STREET BASKET 3vs3 il team dell'Aldo Moro
Rieti, 19 Febbraio 2019

Campo di SX

Campo di dx

Rosatelli 2

Rosatelli 1

Gregorio da Catino 1

Gregorio da Catino 2

Savoia2

Savoia 1

Pedagogico1

Pedagogico 2

Jucci 1

Varrone 1

Lorenzo Rocci

Varrone 2

Aldo Moro

Jucci 2

Martedì 19 Febbraio nella palestra dell’Istituto I.I.S. "Celestino Rosatelli” di Rieti si sono svolte le finali provinciali di Street Basket (3vs3).
Alle 9:30 ben 14 squadre in rappresentanza di 8 Istituti: Rosatelli, Savoia, Pedagogico, Varrone, Jucci di Rieti e il Gregorio da Catino con 2 team ciascuno; l’Aldo Moro e il Lorenzo Rocci con un solo team.
Visto il numero di squadre partecipanti, si è optato per formare due gironi all’Italiana estratti completamente a sorte.

Il primo nostro incontro ci ha visti fronteggiare il terzetto del Rosatelli 2. Come già accaduto negli anni passati, la prima partita l’abbiamo affrontata con timidezza e paura perdendo con un risultato che non lascia dubbi: 21 a 6!

Nella seconda partita incontriamo il Gregorio da Catino 1 e, come in un ingranaggio arrugginito, cominciamo a far funzionare qualche meccanismo di squadra che ci porta a raddoppiare il nostro punteggio anche se sconfitti: 21 a 12!

Nel terzo incontro arriva la sfida con il Lorenzo Rocci: il derby delle scuole di Passo Corese!
Questa volta c’è la consapevolezza che si può fare ancora meglio di quanto fatto nelle partite precedenti. Per contro però torna alla mente che in un’amichevole pomeridiana nella nostra palestra di 5 giorni prima, preparatoria alla finale provinciale, i ragazzi dell’Aldo Moro avevano già perso con quelli del L. Rocci.
Il match è stato combattuto alla pari. I ragazzi del Rocci erano in 4 ed hanno potuto cambiare i propri giocatori in campo. Ciò ha permesso loro di avere sempre atleti al massimo delle loro possibilità. Noi avevamo solo voglia di vincere almeno una partita. Al termine di 10 minuti regolamentari l’incontro finiva 19 pari. Ma nello street basket (come nella pallacanestro) non esiste pareggio. Così nel tempo supplementare, il Rocci commette un fallo che ci regala la prima (e unica) vittoria e il risultato positivo nel derby! Nonostante tutto, fra i ragazzi delle due scuole c’è stata sempre un’ottima amicizia come dimostra la foto dove li vediamo tutti seduti senza
rancori, uno vicino all’altro in attesa del match successivo.

IMG20190219113301

Nella quarta partita incontriamo il Savoia 2, la stanchezza emerge, ed alterniamo belle giocate a momenti di appannamento. Perdiamo 20 a 16!

Nella quinta partita incontriamo i ragazzi dello Jucci 1. Solo alla vista si vedono almeno 20 cm di differenza in altezza. La stessa differenza è purtroppo anche nel gioco. Noi terrorizzati dalla paura e loro che con facilità raggiungevano quota 21 lasciandoci a 2 punti! Non a caso è la squadra che poi ha vinto il titolo di campione Provinciale.

1

Jucci 1 (campione provinciale)

2

Savoia 1

3

Pedagogico 1

4

Varrone 1

5

Jucci 2, Rosatelli 1, Rosatelli 2

6

Catino 1

7

Pedagogico 2, Savoia 2

8

Catino 2, Aldo Moro

9

Varrone 2, L. Rocci

Nella sesta e ultima partita giochiamo contro il Pedagogico 1. La partita ci vede in sostanziale equilibrio e a soli 2 minuti dalla fine siamo 18 a 17. Poi una “bomba” da 3 punti e varie distrazioni, ci hanno fatto finire sconfitti per 22 a 17!

Così finiamo al sesto posto del nostro girone e in 8a posizione finale (su 14 squadre) in compagnia del Gregorio da Catino 2, anche loro con una vittoria nel cassetto, ma nell’altro raggruppamento!

Il nostro team era formato Juan Petrungaro che è da lodare per il suo impegno dimostrato in 3 anni di basket al servizio della scuola: sempre pronto e disponibile agli allenamenti e alle partite. In squadra con lui hanno collaborato Gabriele Malfatti che ha sfruttato i suoi centimetri e Cristian Ussarini che ha cercato di dare il suo massimo in ogni partita.


written by PMT

Home page sport

 

NOTA: questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili. Proseguendo nella navigazione, l'utente accetta! per saperne di più clicca QUI

NOTA: questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili. Proseguendo nella navigazione, l'utente accetta! per saperne di più clicca QUI