Il 21 Novembre 2019, in occasione della Giornata Nazionale dell’Albero, gli studenti del triennio dell’IPSASR “Aldo Moro” di Passo Corese hanno partecipato alla Manifestazione Convegno, tenutasi presso l’Aula Magna e conclusasi con la messa a dimora di un albero.

L’evento - organizzato dagli studenti e dai docenti di Agronomia e Scienze Forestali dell’IPSASR “Aldo Moro” di Fara Sabina e patrocinato dall’Ordine degli Agronomi e Forestali della provincia di Rieti - è stato programmato in due momenti, uno di formazione ed uno di concreta e fattiva risposta all’attenzione per l’ambiente, con la piantagione di un albero.

Studenti e docenti dell’IPSASR hanno organizzato una raccolta fondi per acquistare 5 alberi ed hanno partecipato al bando della Regione Lazio “Ossigeno” - Qui Crescono Nuovi Alberi.


L’entusiasmo dei ragazzi è stato premiato quando hanno saputo che la scuola era stata selezionata tra le prime in Regione e sarebbero stati donati 10 alberi. Quindici alberi cresceranno e daranno “Ossigeno” nelle aree verdi di pertinenza dell’IPSASR.

Una giornata intensa, arricchita da momenti di formazione grazie a diversi interventi.

La dott.ssa Tatiana Marras - docente Responsabile della Comunicazione e del Corso di Laurea in Scienze della Montagna - Dipartimento Dafne presso l’Università degli Studi della Tuscia – Viterbo - ha trattato la vita dell’albero, degli effetti dei cambiamenti climatici e del loro ragionare come “Comunità” invitando gli studenti e tutti noi a “pensare come un albero”.

Il dott. Saverio Allegretti - Funzionario della Regione Lazio, esperto in valutazione alberi Monumentali - ha illustrato gli alberi più antichi del nostro territorio, dal cerro di Sant’Angelo di Amatrice, al bosco monumentale del Sasseto, all’albero della Cuccagna, esempi maestosi delle meraviglie della natura.

Il Brigadiere Capo Dott. Forestale Antonio Boncompagni e l'appuntato scelto Dott. Biologo e Dott. Forestale Silvia Moronti - della Scuola Forestale Carabinieri di Cittaducale (RI) - ci hanno riportato all’origine e all’evoluzione della Festa dell’Albero nel lontano 1899, quando, il Ministro della Pubblica Istruzione prima ed il Ministro dell’Agricoltura e dell’Ambiente poi, hanno pensato di tenere alta l’attenzione sulla vita e la salvaguardia dei nostri boschi, una storia lunga decenni.

La dott.ssa Miriam Cipriani - Direttore regionale Culture e Politiche Giovanili Regione Lazio, delegata del progetto Ossigeno - ha concluso la parte dedicata alla formazione ricordandoci che nel nostro Paese sono circa 6 milioni gli alberi autoctoni che andranno impiantati con l’iniziativa “Ossigeno”. A questo scopo la Regione Lazio sta organizzando 250 eventi, 5000 alberi da piantare e 270 persone che, nel Lazio, sono impegnate a questo scopo.

La giornata si è conclusa con la piantumazione di un albero di Ginko Biloba, scelto dai ragazzi dell’Aldo Moro, per rappresentare la sopravvivenza della specie, vero e proprio fossile vivente -  nell’area verde presso l’Aula all’aperto, con l’intervento di Domenico Genovese Agronomo dell’Ente Parco “Riserva Naturale Regionale Nazzano -Tevere-Farfa”.

written by Prof. Lintozzi Maria Grazia

NOTA: questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili. Proseguendo nella navigazione, l'utente accetta! per saperne di più clicca QUI